Freelance Letters #001 – Quanto vale la tua offerta?

Se sei freelance, offri un servizio. E fino a qui dovremmo essere tutti d'accordo. Ma qual è la tua offerta? E soprattutto quanto vale? Proviamo a capire come valutarlo.
Quanto vale la tua offerta - Freelance Letters

🧠 1. Quanto vale la tua offerta?

Se sei freelance, offri un servizio.
E fino a qui dovremmo essere tutti d’accordo.

Ma qual è la tua offerta? E soprattutto quanto vale?

Non c’è niente di scientifico, ma mi piace utilizzare questa equazione presa in prestito da Alex Hormozi:

Lui la chiama “equazione del valore” e fondamentalmente dice che il valore della tua offerta sarà più alto se:

  • Il risultato atteso del cliente è alto ⬆️
  • La probabilità di raggiungerlo è alta ⬆️
  • Il tempo per raggiungerlo è basso ⬇️
  • Lo sforzo che deve fare il cliente è basso ⬇️

Mi spiego meglio con un esempio:

Il tuo servizio prevede l’implementazione di campagne di email marketing. Detto così non suona molto attraente.

Cosa può ottenere il tuo cliente grazie al tuo servizio (risultato atteso)?
Un aumento del fatturato? Questo ha un valore. Più alto sarà questo valore e più varrà anche la tua offerta.

Qual è la probabilità che il tuo cliente ottenga questo risultato?
“In media, 9 clienti su 10 raggiungono l’obiettivo”. Questo ha un valore. E anche qui, più alto sarà questo valore e più varrà la tua offerta.

Quanto tempo ci impiegherà a ottenere i risultati previsti?
Un mese? Un anno? Dieci anni?
In questo caso, meno tempo ci vorrà e più varrà la tua offerta!
(questo è uno dei motivi per cui non devi farti pagare in base all’orario di lavoro, ma ne parleremo più avanti)

Quanto è coinvolto il cliente? Quali materiali ti deve fornire? Quanto sforzo serve da parte sua?
Anche in questo caso, meno sforzo dovrà fare il cliente e più varrà la tua offerta!

Per finire l’esempio, la tua offerta potrebbe essere:

Creo e gestisco campagne di email marketing che permettono di aumentare le vendite del tuo store online. Tra i miei clienti, 9 su 10 hanno aumentato il loro fatturato di più del 30% nei primi 6 mesi. Mi basterà avere gli accessi al software e una chiamata mensile per implementare e ottimizzare il servizio.

Già meglio, no?


📖 2. Libro della settimana

Il libro da cui ho tratto l’equazione del valore è un must read per tutti i freelance secondo me.
Lo trovi su Amazon in versione ebook a poco più di 1 Euro…

➡️ $100M Offers di Alex Hormozi

Se non lo conosci, è un personaggio.
In questo libro trovi tanti concetti interessanti su come strutturare la tua offerta.

Se l’hai già letto, fammi sapere cosa ne pensi!


🧰 3. Tool della settimana

Se mi segui da un po’, probabilmente lo sai già:
una delle cose che davvero mi ha fatto svoltare in termini di produttività è stato iniziare a tracciare il mio tempo di lavoro.

Ci sono tanti tool che ti permettono di farlo. Io uso

➡️ Clockify

È gratuito e puoi assegnare ad ogni entrata il Cliente, il Progetto e un Tag.
Il Tag lo uso per capire che tipo di task sto svolgendo.

In questo modo capirai:

  • quanto tempo dedichi a ciascun cliente/progetto (e quindi quanto valgono le tue ore su quel cliente/progetto)
  • quanto tempo dedichi a ciascun task (e quindi quanto valgono le tue ore per quel task)
  • quanto tempo pensi di lavorare e invece non lavori!

Fammi sapere se tracci il tuo tempo e se hai avuto vantaggi da quando lo fai.

Per questa Freelance Letter è tutto!

Se questi consigli ti sono stati utili, sono sicuro che le Freelance Letters ti piaceranno…

Iscriviti oggi se non l’hai già fatto!

👋🏼 Ci sentiamo alla prossima Freelance Letter!

Freelance Letters

🤙 Ciao,

questa è Freelance Letters: 5 minuti di lettura con consigli, tool, libri e idee per freelance.
 
Iscriviti per riceverla ogni settimana!

Seguimi qui

Ricevi le Freelance Letters